Non è un paese per giovani – L’ordinanza Sindacale che condanna la movida bernaldese

Sulla scelta effettuata dall’Amministrazione Comunale di Bernalda tramite Ordinanza Sindacale di regolamentare gli orari per gli spettacoli musicali interviene, l’ex Assessore alla Cultura, Nicola Caputi che con una nota esprime il suo dissenso per questa decisione che ritiene “limitativa rispetto alla vocazione turistica del nostro territorio”.

10305952_851954481488415_7603835593896266093_n

“C’era da fare una scelta: restare un paese “dormiente” oppure cercare di sviluppare un indotto turistico basato sulla programmazione culturale.

Si è scelta la prima opzione.

Ergo in piena estate alle 0.30 (a Bernalda) ed alle 1.30 (a Metaponto) si dovrà stoppare ogni forma di musica e/o spettacolo !

Davvero preoccupante se si considera che la decisione proviene da una delle Amministrazioni più “giovani “dell’intera Basilicata (a quanto pare solo anagraficamente).

Io avrei fatto una scelta diametralmente opposta: sacrificando 30 giorni di quiete estiva con un bel calendario eventi che potesse attrarre gente da tutta la costa jonica.

L’esperienza dello scorso anno, che mi ha visto protagonista in prima persona nel ruolo di Assessore alla Cultura, ha ridato dignità al nostro centro storico ed ha dimostrato che si può far convivere l’esigenza di quiete cittadina con quella della movida giovanile.

Per questo motivo credo che uno degli obiettivi principali di un buon Amministratore sia quello di trovare un giusto equilibrio tra questi due interessi collettivi.

Condizionare le esibizioni musicali allo stop forzato alle ore 00.30, sminuirà l’offerta turistico-culturale del nostro Comune e nello stesso tempo disincentiverà gli investimenti da parte di gestori di pub e lidi ad organizzare serate musicali durante l’estate.

10351371_795438407174228_6648763932132386920_nInoltre leggendo l’ultima delibera di Giunta in materia di eventi estivi, si deduce che quest’anno non ci sarà nessun Calendario Eventi organizzato dell’Amministrazione, bensì si elargiranno contributi sulla base di un bando che ancora deve essere pubblicato dallo stesse Ente.

Mi aspettavo una scelta più coraggiosa da parte di questa Amministrazione nonché un maggiore impegno in materia di progettazione e realizzazione di eventi.

Non bisogna fermarsi solamente ad elargire contributi bensì creare una piattaforma intellettuale che possa pianificare l’offerta turistica e culturale del nostro territorio, considerando il fatto che fino al 2019 Matera sarà uno degli hub culturali dell’intera Europa”.

Il Centro Storico di Bernalda durante le manifestazioni culturali dell'estate 2014
Il Centro Storico di Bernalda durante le manifestazioni culturali dell’estate 2014
Annunci